SELF-IMPROVEMENT - LEZIONE 2

Che tu stia praticando autopromozione o che tu stia portando avanti una discussione, il linguaggio è il mezzo con il quale trasmetti la tua immagine, i tuoi concetti e le tue idee alle altre persone. Ci sono però delle regole da seguire quando porti avanti un discorso, sia in forma verbale che in forma scritta. Adesso analizzeremo brevemente quest' ultima.


DOVE SCRIVIAMO?

Whatsapp, facebook, instagram, twitter, email, sono una infinità i "luoghi" su cui scriviamo.

Ognuna di queste piattaforme ha caratteristiche diverse e utenti differenti, da parte tua quindi ci deve essere un adattamento alla situazione. E' come se ti trovassi ad una festa in famiglia o ad una cena di lavoro, ti comporteresti nello stesso modo ?


Vediamo le regole principali per sfruttare al meglio il linguaggio scritto.


N.1: Registro e forma

E' una delle prime cose che impariamo alle elementari quando scriviamo i temi, ma a cui non facciamo più caso. Rispetta sempre il registro e la forma quando scrivi un elaborato. Cosa penseresti se questo articolo fosse scritto con parole abbreviate o con espressioni troppo informali?

Devi adattare il tuo modo di scrivere alla "situazione" in cui ti trovi. Spesso ricevo email da membri di staff aziendale che potrebbero essere scritte da un bambino di seconda elementare e io stesso mi ritrovo a mettere in dubbio la persona stessa, pensando se sia adatta al ruolo che ricopre o no. Poi incontrandolo di presenza è possibile che si dimostri un professionista validissimo nel proprio lavoro, ma quale è stato il primo impatto che mi ha trasmesso? E' fondamentale il primo approccio che si ha con una persona quando si comunica in maniera scritta, come quando stringiamo per la prima volta la mano a qualcuno e riusciamo a farci vagamente un' idea della persona stessa (anche se ciò non è sempre così, vedremo più in là perchè).

Procediamo per gradi: analizzando utenti e rapporti sociali all' interno di alcune.

Whatsapp è la più colloquiale di tutte, se hai il numero di telefono di una persona è probabile che tu abbia già superato la fase di approccio e di prima impressione e puoi scrivere in maniera sciolta, senza fare attenzione alle formalità, ma rispettando sempre le regole di scrittura. Cosa vuol dire ciò? E' ovvio che il modo di scrivere cambierà in base alla persona a cui ti rivolgi, ma se scrivi ad un collega puoi evitare di esordire con "Gent.mo Dott. X" e di chiudere il messaggio con forme come "le porgo i miei più cordiali saluti". Su Whatsapp NON devi assolutamente usare questo linguaggio, neanche che tu stia parlando con un tuo superiore, che lui sia professore universitario e tu studente. Piuttosto è meglio esordire con un "salve", che mantiene una certa distanza tra le parti, ma è assolutamente meno formale.

Mettiamo caso che tu debba commentare un post in un gruppo su Facebook, dove spesso si accendono dibattiti. Hai mai fatto caso che dal commento puoi estrapolare informazioni sulla persona? Estrazione sociale, conoscenza del contenuto, competenza, velocità con cui ha scritto il post, anche le emozioni che provava durante la scrittura. Nel caso in cui tu abbia confronti su un gruppo di professionisti come te, devi mantenere un linguaggio inerente al tuo campo lavorativo di appartenenza. Chi prova a sviare i discorsi andando fuori tema sta fuggendo dalla discussione. Mantieni una forma corretta rispettando la punteggiatura e i modi verbali. Guardando un commento colmo di strafalcioni mi faccio già un' idea negativa sulla persona, quello che noi non vogliamo che succeda. Capita spesso di essere presi dalla foga del momento e di scrivere di getto non pensando alle regole fondamentali di questo linguaggio, ma hai un vantaggio dalla tua parte: il tempo. Hai modo di scrivere e rileggere, di correggere, tutto con calma. Sembra una cosa scontata, ma ti assicuro che il 90% degli utenti non ci pensa minimamente. Abituandoti a questa buona pratica, mantenendo la calma e seguendo giuste regole grammaticali sarai nettamente al di sopra della tua "concorrenza".

Adesso passiamo al mondo più formale e quindi parliamo delle Email. Scriviamo principalmente per motivi lavorativi, per inoltrare file e documenti a colleghi e superiori. Come comportarsi? La regola nelle email è esclusivamente di seguire la forma, non è vero che sono modi in disuso e che più nessuno ci fa caso nel 2020. Se non le hai bene a mente ripassa le regole per scrivere una email o una lettera e applicale giornalmente. Ci sono espressioni specifiche da usare dipendentemente dalla persona con cui stai dialogando, ci sono delle forme da usare anche quando si allega un documento o un file di qualunque natura. Non puoi allegare qualcosa e scrivere "ecco qua", assolutamente vietato. Conoscere e applicare la corretta forma darà un' idea altamente professionale della tua persona a chi riceve il tuo elaborato. Nota in che modo è scritta la prossima email che ti arriverà. Ha rispettato la forma? Se non conoscessi la persona cosa penseresti di questa?



N.2: Breve, ma intenso

E' la regola che ci accompagnerà in tutto il nostro percorso, soprattutto per quanto riguarderà il marketing. Nessuno oggi vuole perdere tempo. Siamo tempestati continuamente da video, foto, commenti, articoli, pubblicità e se dovessimo leggere e guardare con attenzione tutti i contenuti non avremmo una vita intera. Quindi, cosa fare? Devi porre i concetti centrali che vuoi esprimere e costruire attorno un discorso che sia breve e conciso. Dilungandoti rischi solamente che il tuo pubblico rinunci a leggere tutto l' elaborato, come succederà probabilmente per questo articolo e ti ringrazio se sei arrivato fin qui.


N.3: La coerenza

Non costruire discorsi in cui la conclusione non sia logicamente collegata premesse. Hai un argomento da sviluppare. Parti sempre dall' inizio del tuo percorso e pensa dove vuoi arrivare, in questo modo costruisci il tuo breve rettilineo dal punto A al punto B. Spesso anche a me è capitato di elaborare discorsi sconnessi, ma mi ha aiutato la buona pratica della correzione in questo. Nel linguaggio scritto è facile perdersi, proprio come in quello parlato, e ciò non significa che i tuoi concetti siano errati e non abbiano valenza, evidentemente non hai costruito un rettilineo, ma un percorso sterrato. Nella coerenza ci aiuta molto la sintesi e quindi eliminare tutto ciò che è superfluo. E' anche probabile, quasi sicuro direi, che chi legge il tuo elaborato si concentri sulla parte iniziale e sulla parte finale del discorso. Per farla breve devi fare in modo che le persone capiscano il tuo pensiero e ciò che vuoi trasmettere leggendo solo la fase iniziale e finale del tuo scritto.


Queste sono le tre regole che per me sono necessarie in un discorso scritto e che mi sono tornate sempre utili durante le mie esperienze quotidiane. Tutti abbiamo dei diversi livelli di padronanza del linguaggio scritto, che è un' arte ancor più della parola altrimenti potremmo tutti scrivere best sellers, ma seguendo queste accortezze si può compensare un minimo la mancanza di abilità nella scrittura e provare anche a migliorarla con l' allenamento e l' esperienza. D'ora in poi analizza il linguaggio degli altri, comprendilo ed evita gli stessi errori che commettono. Distinguiti dalla concorrenza!



Vai alla prossima lezione




9 visualizzazioni

ULTIMI ARTICOLI BLOG

In collaborazione con :

Fisioterapia-palermo-palestra-fisioterapista-benessere-ginnastica-posturale-funzionale
bmc logo 2 .png

@ 2020  Fisioterapid. All rights reserved. P.Iva 06837560827